In cucina con Valeria e Fusillo

Piacere, sono una farfalla e mi chiamo Podalirio
6 Dicembre 2014
E con le feste riaffiora l’amletico dubbio: “cosa mi metto”?
8 Dicembre 2014

In cucina con Valeria e Fusillo

Tre blog, un gatto nero e un’unica passione

E’ fiorentina ma ha scelto di vivere a Torino per amore. Si chiama Valeria. Ha uno splendido gatto nero di nome Fusillo, chiara allusione al suo interesse per il cibo. Ed è particolarmente ferrata nel campo del veg. Abbiamo fatto una bella chiacchierata con lei scoprendo il suo mondo e i suoi blog.
Sul tuo profilo leggo foodblogger zozzoveg. Cosa significa?
Ho coniato questo simpatico termine per far capire che la cucina vegetariana e vegana non è fatta di tristi insalate, ma anche di cose goduriose, insomma, un po’ zozze. Soprattuto i dolci.

vale4

Sei vegana o vegetariana? E da cosa nasce questa scelta?
Ho un passato da vegetariana, ma adesso son tornata ad essere onnivora, anche se la carne ha comunque un ruolo molto marginale nella mia dieta.
La mia scelta è stata fatta per una questione di salute. Indubbiamente un’alimentazione con molta frutta e verdura (legumi e cereali) rigenera il corpo e ci fa stare bene.

vale8

Nella sezione about ti presenti accennando anche a un tuo problema col cibo. La scelta veg è stata una conseguenza, un aiuto o un mezzo per risolverlo?
Non saprei, ai tempi le motivazioni erano altre e la scelta vegetariana è nata solo negli ultimi tempi.

vale1

I blog di cucina di cui tu ti occupi sono due, entrambi davvero deliziosi: Una gatta in cucina, http://unagattaincucina.blogspot.it/ e Vegetarian do it Dirty, http://vegetariansdoitdirty.blogspot.it/. In cosa si somigliano e in cosa si differenziano?
Vegetarian do it dirty è la costola veg* di Una gatta in cucina, che è il blog principale. Lì è dove metto le ricette inedite adatte ai vegani e/o vegetariani.
Prossimamente verrà ampliato con le ricette veg che ho pubblicato su una gatta in cucina, in modo che chi cerca ricette cruelty free abbia tutto a portata di mano.

vale3

Poi ti occupi anche di un blog di turismo, http://cct-seecity.com/. Quale spazio ha il cibo in questo blog? Molto, poco, o nulla?
Nel blog dedicato ai viaggi propongo ricette etniche classiche oppure originali con richiami e profumi lontani. Spiegando approfonditamente storia ed originale della ricetta o delle spezie usate.

vale7
E per concludere quale rapporto hai con i piatti della nostra ricca e varia tradizione regionale? Ve ne sono alcuni che preferisci e che prepari spesso?
Io da brava toscana amo molto le minestre e le zuppe di legumi e cereali, come la ribollita, i fagioli all’uccelletto o la zuppa di farro. Ma non posso dimenticare certamente la panzanella, una dei piatti immancabili sulla tavola dei pranzi estivi.

Fusillo2

Lascia un commento