Alla riscoperta di Cremonesi e Veneziane, vanto dei panifici di Milano

Verso gli alpeggi per sentieri, gole e tornanti
12 Gennaio 2015
Dentro il beauty-case
19 Gennaio 2015

Alla riscoperta di Cremonesi e Veneziane, vanto dei panifici di Milano

Quelle semplici e dolci colazioni d’antan

 

taglio_veneziana_classica

Infinite sono le diatribe circa differenze e similitudini fra le varie specialità regionali e Milano non fa eccezione. Un esempio fra tanti Cremonesi e Veneziane.
In realtà fra questi due dolci non esiste una vera e propria diatriba ma piuttosto scuole di pensiero diverse.
Noi non abbiamo la pretesa di essere i depositari della verità, ma piuttosto, come è nello spirito del nostro magazine, solo l’intento di suggerire una riscoperta.
L’idea è nata dai racconti di amiche milanesi Doc, ovvero nate e cresciute a Milano che, tornando con i ricordi alla loro infanzia, parlano di colazioni e merende a base appunto di Cremonesi e Veneziane.

venesian
Ma è a questo punto dell’amarcord che i racconti spesso divergono, tanto da indurci a fare il nostro mestiere, ovvero una mini-inchiesta, in due diversi panifici milanesi e in una delle pasticcerie storiche della città.
Ed ecco le scuole di pensiero e le personalizzazioni emerse dalle risposte di chi ogni giorno sforna prelibatezze fragranti e profumate.

venezianapiccola
“Cremonesi e Veneziane sono praticamente la stessa cosa” rispondono infatti senza esitazione da Longoni, il panificio di Via Tiraboschi 19.
“In pratica si tratta di dolci di pasta lievitata del tutto simile a quella del panettone ma senza uvette, e ricoperta in superfice con una glassa e una granella di zucchero. La forma può essere quella del panettone per quelle più grandi, oppure può essere tondeggiante per la variante più piccola che presentiamo in due modi, o con la glassa classica, o con un po’ di crema pasticcera”.

026-Veneziana
Al panificio-pasticceria Frusconi di via Monte Palombino 4 invece non hanno dubbi e parlano di due specialità diverse.
“La Veneziana è un dolce dalla forma simile a quella del panettone, rispondono infatti, e anche l’impasto è praticamente uguale ma senza uvette, ed è ricoperta da una glassa di zucchero e farina di mandorle con qualche mandorla intera. La Cremonese invece è una pasta lievitata più simile a quella del pane, tanto che sarebbe più esatto chiamarla Pandolce, ma caratterizzata dalla presenza di latte e zucchero. La forma infine presenta le tipiche guglie e cioè non è semplicemente liscia e tondeggiante ma ha delle spigolosità (le guglie appunto) tutte intorno che le conferiscono una forma vagamente stellare e può essere cosparsa anch’essa da zucchero in granella, o anche no.

cremonese

Da Panarello in piazza san Nazzaro in Brolo 15, infine, nell’impasto della veneziana grande a forma di panettone aggiungono i canditi di arancia e sulla superficie la glassa all’amaretto e qualche mandorla, mentre la Cremonese non viene preparata. Da ciò si deduce che è comunque considerata un dolce diverso.
Dopo questo interessante confronto, se vorrete concedervi una colazione o una merenda d’altri tempi, in perfetto stile meneghino, sapete dove andare e cosa chiedere.

Lascia un commento